In Norvegia è illegale, da quest’anno, non dichiarare foto ritoccate sui social media! Ebbene sì, almeno per i norvegesi, il mondo dei social mostra la vera faccia!

Ciò significa che da luglio 2021 chi pubblica contenuti sponsorizzati sui social, dovrà dichiarare di aver utilizzato il fotoritocco, inserendo nel post un’etichetta fornita dal governo norvegese (proposta dal ministero per l’infanzia e la famiglia).

Il governo norvegese, tramite questa legge, combatte la dismorfobia, fobia generata dalla percezione distorta del proprio corpo, tema affrontato nel nostro articolo: Guardare Attraverso Lo Specchio

Vi siete mai chiesti come uno scatto o una modella siano realmente prima di essere ritoccate?

Vi vedete meglio sui social con dei filtri applicati?

I filtri o i ritocchi che vengono utilizzati possono essere considerati come la maschera che indossiamo sui social! Mimetizziamo le insicurezze per raggiungere uno stereotipo di bellezza foto ritoccato!

Nella realtà non abbiamo tutti la pelle liscia, i capelli perfetti e nessuna imperfezione, eppure pensiamo che sia così che dovremmo essere!

Dichiarare l’utilizzo di ritocchi alle foto potrebbe essere l’inizio per iniziare a vivere i social media in maniera più concreta, elaborando contenuti e informazioni che saremo in grado di riconoscere come reali o meno.

Questa è body positive!

Iniziamo a togliere la maschera e a mostrare persone vere e belle per come sono, che si sentono bene nel proprio corpo e nella propria pelle!

Nessuno vieta l’utilizzo di filtri e ritocchi, ma dovrebbero essere un modo divertenti di utilizzare i social!

Vedersi con labbra enormi, con lentiggini o con una farfalla che ci svolazza in giro, non dovrebbe condizionare il nostro modo di vederci e amarci, ma ci siamo talmente abituati ad indossare quella comoda maschera che basiamo il nostro apprezzamento su numero di like, commenti e follower.

DO what’s best for your SKIN!

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.